fbpx

Le 5 mete storico-culturali più belle del Friuli Venezia Giulia

Ciao caro viaggiatore, in questo articolo, appartenente alla serie “Cosa visitare nelle singole regioni d’Italia”, parleremo del Friuli Venezia Giulia e del perché è una regione che vale assolutamente la pena visitare. Dopo aver parlato nello scorso articolo (ancora non lo hai visto? Che stai aspettando clicca qui) degli aspetti paesaggistici e naturali più belli della regione, ora ci concentreremo sulle mete storico-culturali più interessanti!

Al primo posto abbiamo…

  1. Castello Miramare – Trieste

La meta più affascinante della città di Trieste, che attira ogni anno tantissimi turisti da tutto il mondo! Il Castello di Miramare è un vero e proprio museo di lusso che merita assolutamente di essere visitato.

Il bianco palazzo si affaccia in maniera spettacolare sull’Adriatico, mentre il  parco vicino (ben 22 ettari) offre percorsi piacevoli per una passeggiata e per poter passare una bella giornata all’ aria aperta, magari con un bel pranzo salutare al sacco 😉

Questo luogo così suggestivo è uno dei castelli triestini più importanti e visitati. Assolutamente incantevole la vista  che si può trovare in questo castello, ottima per fare delle belle foto da mettere su instagram, non è vero?

Più che un castello si tratta di una vera e propria residenza principesca del XIX secolo.

All’interno del castello ci sono oltre 20 stanze: di particolare pregio sono le “Sale di Massimiliano“, la camera da letto, arredata come una cabina di nave, e la “Sala del trono“.

Un gioiello romantico che si staglia tra terra e mare con un impatto scenico assoluto… un must da visitare assolutamente a Trieste.

Altra tappa importante è la piazza Unità d’Italia, la più grande d’Europa affacciata sul mare, con architetture in stile ‘800 e snodo principale per tutti gli altri luoghi degni di nota della città.

2. Redipuglia – Gorizia

Il sacrario militare di Redipuglia è un cimitero militare monumentale situato a Redipuglia, in provincia di Gorizia, che contiene le spoglie di oltre 100.000 soldati italiani caduti durante la prima guerra mondiale.

Un sito storico degno di nota che merita di essere visto, per poter ricordare le truppe italiane della prima guerra mondiale. Da notare che è anche il più grande e maestoso sacrario italiano dedicato ai caduti della Grande Guerra.

La struttura è composta da tre livelli e rappresenta simbolicamente l’esercito che scende dal cielo, alla guida del proprio comandante, per percorrere la Via Eroica.

Un luogo che colpisce per la purezza dell’ideale rappresentato e l’essenziale insegnamento trasmesso: noi oggi beneficiamo della grazie alle centinaia di migliaia di ragazzi che hanno sacrificato la propria vita per la Patria.

3. Cividale del Friuli

Cividale è un comune che si trova in provincia di Gorizia ed è una città dalla lunga storia ed è stata fondamentale durante la Seconda Guerra Mondiale, difatti è Patrimonio dell’Umanità.

Un piccolo scrigno di un periodo dell’Italia di cui oggi non sono rimaste molte testimonianze. Un luogo incantato, un borgo da visitare e di cui godere a pieno, delle sue piccole strade, del suo fiume e degli spazi verdi.

Le visite d’obbligo sono quelle al Tempietto Longobardo e al Museo Archeologico Nazionale. Infine non deve mancare la visita al Ponte del Diavolo dove vi è un’interessante storia a riguardo.

“Gli abitanti, non in grado di costruirlo vista la pericolosità del punto, chiesero aiuto al Diavolo, in cambio dell’anima del primo attraversatore. Egli costruì rapidamente il ponte con l’aiuto di sua nonna diavolessa, che portò nel grembiule il grande masso al centro del fiume, tre le arcate. I cividalesi però non erano sciocchi: facendo attraversare un cane ingannarono così il Diavolo.”

4. Aquileia – Grado

Aquileia era un importante città dell’impero romano e dal 1998 è anche un sito UNESCO per l’importanza della sua area archeologica e la bellezza dei mosaici pavimentali che custodisce.

Questi mosaici si possono trovare nella Basilica patriarcale di Santa Maria Assunta, il principale edificio religioso di Aquileia. Questa chiesa è molto antica ed è circondata da un’ampia piazza che è sempre sede d’incontri ed eventi.

La basilica è insieme a San Giovanni in Laterano la chiesa più antica del mondo ancora officiata, con il pavimento musivo più antico del mondo e lo attesta una iscrizione ancora oggi perfettamente conservata!

Un vero e proprio tuffo nella storia… e perché aspettare ancora prima di ammirarla?

5. Piazza della Libertà – Udine

Piazza della Libertà è la più antica piazza della città di Udine, ne rappresenta il cuore ed è ritenuta la più bella piazza sulla terra ferma nonché il luogo più noto del capoluogo friulano.

Una piazza stupenda, con tanti monumenti in ogni suo angolo. Tanta storia interessante da scoprire in questo luogo e inoltre, girando per la piazza, si può trovare quest’aria da “Risorgimento italiano” che non si vede in modo così presente da altri parti… sicuramente un motivo in più per visitarla! 😉

Un luogo dal grande valore storico, artistico e simbolico per la città di Udine e tutto il territorio del Friuli.

Amanti dell’arte e della spiritualità che state aspettando?

Continua a seguirci e scopri nel prossimo articolo quali sono le pietanze friulane che non puoi non gustarti!

Lascia un commento