fbpx

Perchè la Basilicata merita di essere visitata

Ciao caro viaggiatore, in questo articolo, appartenente alla serie “Cosa visitare nelle singole regioni d’Italia”, parleremo della Basilicata e del perché è una regione che vale assolutamente la pena visitare.

Abbiamo creato questa serie di articoli incentrati sulle regioni d’Italia perché il nostro paese è sempre stato una meta molto apprezzata dai viaggiatori di tutto il mondo per via delle molteplici attrazioni artistiche, culturali e naturali che essa vanta.

Anche se a volte purtroppo siamo noi stessi italiani che sottovalutiamo il nostro paese, esso rimane sempre e comunque una meta con tantissime attrazioni da offrire: città spettacolari, fantastici musei, montagne innevate, bellissime spiagge, cibo eccellente… insomma, un posto da sogno!

In questo articolo in particolare ci concentriamo sulla Basilicata: si tratta di una regione appartenente al sud Italia che ha come capoluogo Potenza. Si può dire che la regione si divide in due: la provincia di Potenza e la provincia di Matera.

La Basilicata rappresenta un mix di natura rigogliosa, spiagge bianche, borghi scavati nelle rocce e castelli; i suoi 10 mila chilometri quadrati di estensione sorprendono per la varietà di paesaggi e ricchezze storico-artistiche che vi sono riuniti.

Ma partiamo da…

  1. Matera

Matera e la zona circostante sono caratterizzate da paesaggi mozzafiato e luoghi affascinanti da esplorare, a partire dall’antica città di Matera (patrimonio mondiale dell’UNESCO e capitale europea della cultura 2019), fino alle rilassanti città di mare di Metaponto e Policoro, sulla costa ionica.

Matera è famosa per i suoi vasti quartieri scavati nella roccia, ovvero i famosi Sassi di Matera, che sono stati designati patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1993.

I Sassi di Matera rappresentano un’attrazione artistica e architettonica indescrivibile: questi labirinti/caverne sotterranei danno accesso ad un paesaggio stupendo fatto di gradinate e vicoletti, grotte e case scavate nella roccia, chiese rupestri riccamente affrescate e sfarzosi palazzi signorili.

A Matera, oltre ai numerosi musei, si può visitare il Parco delle Chiese Rupestri, che comprende oltre 150 edifici… davvero niente male!

A Matera potrai inoltre assaggiare parte della cucina tipica del Sud Italia e il famoso Pane IGP…  veramente squisito e in grado di mantenersi morbido anche per 3-4 giorni!

2. Parco Nazionale del Pollino

Il Parco Nazionale del Pollino è il parco naturale più grande d’Italia… Sai cosa significa questo? Che i veri appassionati di trekking devono assolutamente visitarlo!

Esso infatti risulta essere la meta preferita dagli amanti del trekking, dell’escursionismo, della mountain bike, del rafting e dell’alpinismo.

In questo parco è possibile anche ammirare il Pino Loricato, un incredibile albero millenario introvabile altrove; inoltre qui è presente una grande varietà di flora e fauna che rende questo luogo uno spettacolo naturale.

Tra le specie rapaci diurne troviamo l’aquila reale, il nibbio reale e il falco pellegrino; tra quelle notturne troviamo invece il grande gufo reale.

Per quanto riguarda gli insetti d’altro canto troviamo delle specie rare come il Buprestis splendens, (un coleottero rarissimo in Europa) e la Rosalia alpina (un incantevole coleottero color azzurro cenere con macchie nere vellutate).

Il resto degli animali lo lasciamo scoprire a te… ci saprai dire! 😉

Oltre a questo bellissimo parco naturale la Basilicata offre anche il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese (forse dovrebbero accorciare il nome… ), che si trova tra il Parco Nazionale del Pollino e il Parco Nazionale del Cilento.

Abbiamo inoltre anche due parchi regionali: Il Parco Regionale di Gallipoli Cognato e il Parco Regionale Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano.

Nel Parco Regionale di Gallipoli è possibile ammirare le vette pietrose delle Dolomiti Lucane, dove si celebrano antichi riti arborei come i cosiddetti ‘matrimoni tra gli alberi’.

Oltre a ciò, in questo parco si può letteralmente “volare” da un borgo ad un altro con il cosiddetto “volo dell’angelo”: si tratta di un vero e proprio volo tra Pietrapertosa e Castelmezzano, reso possibile dall’utilizzo di un apposito cavo sospeso tra le due vette!

3. Policoro e il Mar Ionio

Policoro detiene il titolo di località più frequentata dalla costa Ionica della Basilicata.

In questa parte di costa è possibile ammirare ben 35 Km di spiaggia fine e dorata, con paesaggi che si perdono sull’ orizzonte azzurro del mare, immersi nella luce abbagliante del Mediterraneo.

Policoro è un importante centro balneare con numerose strutture… il luogo ideale per una vacanza rilassante tra mare e cultura!

Policoro rappresenta una dimora privilegiata per le tartarughe marine… non spaventarti se ti imbatti in qualcuna di esse, sono così carine e innoque!

Ma oltre al relax Policoro offre anche la possibilità di praticare numerosi sport: golf, vela, surf, canoa, immersioni e tanto altro!

Inoltre alla sera, dopo una bella giornata rilassate in spiaggia, sarà possibile ammirare il patrimonio culturale della città, a partire dal castello baronale, noto anche come Il Palazzo Berlingieri, passando per piazza Eraclea, fino a piazza Segnie e al caratteristico Borgo Casilini.

Inoltre nei Giardini Murati sarà possibile ammirare interessanti eventi estivi come il Blues in Town, uno dei eventi di Blues più importanti d’Italia.

Insomma, questa città è per tutti, per chi è amante della cultura, per chi è amante dello sport e del mare e anche per chi è amante della musica!

4. L’ Aglianico del Vulture

Ti piace il vino rosso? Allora la Basilicata fa al caso tuo: in questa regione infatti nasce uno dei più grandi vini rossi italiani, ovvero l’Aglianico del Vulture (Doc). Si tratta di un vino ottenuto da uve del vitigno Aglianico, posizionato nella zona del Vulture, in provincia di Potenza.

Una visita alle cantine che producono questo grande rosso italiano è sicuramente una tappa importante del viaggio; vengono anche organizzate diverse manifestazioni che celebrano questo vino, tra cui l’ Aglianica Wine Festival che ogni anno raduna nei palazzi e nei castelli del Vulture-Melfese tanti degustatori.

Altro evento importante è il “Cantinando Wine&Art” che invece si svolge nello straordinario scenario del Parco Urbano delle Cantine di Barile e nelle suggestive Cantine di Sant’Angelo Le Fratte.

Ma tranquillo… se sei astemio abbiamo un’altra soluzione!

La Basilicata ti sedurrà infatti con la sua cucina! Tra i suoi tipici prodotti di marchio DOP e IGP troviamo il peperone di Senise (IGP), la melanzana rossa di Rotonda DOP, il Pecorino DOP di Filiano, il formaggio di Canestrato IGP di Molinterno e il fagiolo di Sarconi.

Non ti basta? Beh la Basilicata è anche la regione della Lucrania, la tipica salsiccia da mangiare stagionata o con la pasta fatta in casa!

Ma come si smaltirà tutto questo buon cibo? Con una bella escursione al Parco Nazionale del Pollino ovviamente!

5. Maratea

Maratea è un’altra meta molto apprezzata dai turisti e viene considerata la “Perla del Tirreno”.

Qui possiamo trovare grandi scogliere che si tuffano nell’azzurro, calette da sogno e una rigogliosa vegetazione: questo tratto della costa mediterranea viene considerato uno dei più belli d’Italia!

Ma che cosa c’è da vedere nella bellissima città di Maratea?

Oltre alla bellissima costa, Maratea vanta un eccezionale centro storico, ricco di antiche chiese e palazzi nobiliari.

Sulla costa sono presenti inoltre 6 torri anti-corsare del XVI secolo… Ma il monumento storico più importante è sicuramente il santuario di San Biagio. Si tratta del santuario del patrono della città, a pochissimi passi dal quale si trova la principale attrazione di Maratea, ovvero il Cristo Redentore, che con i suoi 22 metri è la statua più alta d’Italia!

Dalla zona in cui è posizionata potrai goderti un panorama da sogno, soprattutto al tramonto! 

Insomma, questo non lo ha mai detto nessuno, ma secondo noi Maratea assomiglia un po’ a Rio de Janeiro… ecco sì, la Rio de Janeiro dell’Italia!

Inoltre, nelle montagne che circondano Maratea si possono osservare numerose aree archeologiche, fortezze ed eremi raggiungibili con suggestive passeggiate e percorsi di trekking.

Non ti preoccupare, dopo il lungo percorso di trekking potrai abbuffarti nei ristoranti di Maretea, dove assaggerai particolari specialità che fondono diverse tradizioni gastronomiche di mare e di terra.

Queste sono solo alcune delle mete più belle e importanti della Basilicata. Speriamo che l’articolo ti sia piaciuto e che ti abbia invogliato a visitare questa meravigliosa regione… Sappiamo che non stai più nella pelle!

Il periodo migliore? Beh, dipende da cosa stai cercando. Se desideri fare un giro in tutta la regione e vedere un po’ di tutto allora settembre/ottobre potrebbe essere il periodo migliore. 

Se sei invece più amante della spiaggia e del mare allora i mesi estivi fanno al caso tuo…tranquillo, essendo prevalentemente montuosa, le temperature di media non superano i 30 gradi d’estate!

Che aspetti?! Prenota una bella vacanza rilassante e goditi questa preziosa regione!

Vuoi scoprire quali sono le mete che ogni viaggiatore dovrebbe vedere almeno una volta nella vita? Scarica il nostro ebook GRATUITO dedicato agli appassionati di viaggi come te! 

In queste 60 pagine ti mostreremo quali sono secondo noi le mete che devi visitare almeno una volta nella vita! Dalle mete più esclusive fino ad arrivare alle classiche città che non stufano mai –> Clicca qui per scaricarlo ora

Visita i nostri profili social e il nostro store su Amazon

Amazon store
Facebook
Instagram

Questo articolo ha un commento

  1. Ho avuto la possibilità di nuotare nel mar ionio, mi è piaciuto particolarmente il fondale cristallino e le splendide creature marine; sono un’amante del mare e questo mi ha attratto notevolmente. Esperienza da rifare! 😍

Lascia un commento